Modalità di accesso

Le segnalazioni e le proposte di ammissione provengono, generalmente, dall’Assistente Sociale di zona che segue la persona interessata e che fornisce una dettagliata relazione alla quale può essere, nel caso, allegata una relazione del Servizio Psichiatrico che ha in carico il soggetto.

E’ possibile accedere al centro anche privatamente, su richiesta dei familiari.
Dopo i colloqui di conoscenza col soggetto e la famiglia, in accordo con le varie parti, viene stilato un iniziale programma di inserimento, graduale e modulato comunque sulle esigenze, sulle vocazioni e sulle caratteristiche patologiche del soggetto.
Il periodo di osservazione e prova dura solitamente due mesi e consiste nel far esperire al nuovo utente le attività che si svolgono al Centro, nel far conoscere ed accogliere dal gruppo già esistente la persona, nell’orientarsi e nel valutare quali siano le sue capacità, personali e materiali, sulle quali poi ipotizzare un progetto di lavoro terapeutico.
Al termine del periodo di prova viene definita la fattibilità della proposta di inserimento e, con l’assenso del soggetto coinvolto, si procede a concordare un progetto educativo, riabilitativo e terapeutico individualizzato che fissi gli obiettivi da raggiungere a breve, medio e lungo termine e che indichi le varie fasi di attuazione.
Sono previsti incontri semestrali di verifica ed aggiornamento con gli operatori esterni che seguono la persona ed i familiari coinvolti.