Finalità

Il C.I.R.S. di Firenze è un’associazione di Volontariato che presta da sempre il suo servizio socio-assistenziale a fravore di persone con disagio sociale e/o disabilità psico-fisica, in collaborazione con gli EE.PP. preposti (Comune di Firenze, Società della salute ed Azienda USL Toscana Centro).

Il Centro Diurno che gestisce ha le seguenti finalità:

  • accogliere  persone adulte con alterazioni cognitive di varia entità, diversi profili di autosufficienza, disadattamento psico-sociale cui destina un programma di attività integrate: cognitive, espressive, motorie, artistico-artigianali.
  • offrire interventi personalizzati di assistenza, socializzazione, rieducazione, e riabilitazione, per il mantenimento e/o l’acquisizione di competenze e capacità, per l’attuazione dei sintomi disturbanti – ove possibile -, per il rinforzo all’autonomia personale e la cura della persona.
  • favorire, attraverso una relazione ricca di affettività, il rinforzo e l’acquisizione di abilità cognitive e manuali che vadano ad incidere positivamente sul senso di autostima ed autonomia della persona e possano attivare un processo di crescita continua.
  • fornire ad ogni ospite  un proprio Piano Educativo Personalizzato in modo tale da garantire un percorso personalizzato, perchè specifici sono i bisogni, i desideri, le vocazioni e le attitudini di ciascuno, da spendere comunque per un miglioramento generale
  • rappresentare, attraverso le molteplici attività ed i vari laboratori, un punto di passaggio tra la situazione di difficoltà vissuta dalla persona ed il momento di ritorno al sociale e a quella realtà che non sempre ha permesso un sereno confronto.
  • far sperimentare momenti di autonomia dalla famiglia tramite l’organizzazione e la gestione di vacanze al mare nel periodo estivo e weekend di visite a città.

Nell’ultimo decennio il C.I.R.S. si è posto l’obiettivo di proporsi come fattivo sostegno alle famiglie degli utenti che, con il trascorrere del tempo, vedono modificare la composizione del proprio nucleo familiare ed aumentare i problemi assistenziali da riservare al proprio congiunto. Molti ospiti sono privi di validi riferimenti familiari, altri hanno ormai un nucleo monogenitoriale,  ma di elevata età e susseguente precaria condizione fisica, per qualcuno infine la famiglia è presente ma altamente disturbata ed inadeguata per le più elementari funzioni di assistenza e cura, pertanto è stato acquistato un appartamento a Sesto Fiorentino che è divenuto luogo di elezione per l’attuazione del percorso “Laboratorio esterno sulle autonomie” e del progetto “Gruppo Appartamento”.